Statuti Stampa

 

 

I. FONDAZIONE E NOME
II. SCOPO
III. SOCI
IV. ORGANIZZAZIONE
Assemblea Generale
Comitato
Commissione di revisione
V. DISPOSIZIONI GENERALI
VI. PATRIMONIO SOCIALE
VII. MODIFICA DEGLI STATUTI
VIII. SCIOGLIMENTO
IX. APPROVAZIONE

 

I. FONDAZIONE E NOME

Art. 1
Esiste nelle Centovalli e Terre di Pedemonte dal febbraio 1967 una società apolitica e aconfessionale, denominata SCI CLUB MELEZZA (S.C.M.).

II. SCOPO

Art. 2.
Scopo della società è di promuovere e diffondere gli sport di scivolamento e favorire l’incremento dello spirito di camerateria fra i soci, proponendo una o più delle seguenti attività:
a) creazione di campi di sci
b) corsi
c) escursioni
d) gare
e) conferenze e proiezioni sullo sport dello sci, la sua tecnica e la sua vita
f) riunioni periodiche dei soci per la discussione degli affari sociali, delle gite in programma e facoltative
g) formazione di gruppi OG (organizzazione giovanile) o altri gruppi specifici
h) organizzazione di attività, che in una maniera o nell’altra contribuiscano a promuovere lo sport in generale.

III. SOCI

Art. 3
Fa parte del Club con diritto di voto ogni persona che abbia raggiunto il 16. anno d’età, che ha pagato la regolare tassa sociale. Persone fino ai 15 anni vengono iscritte come OG e sono considerate come allievi.
Il comitato può proporre all’assemblea la nomina di soci onorari.

Art. 4
Le dimissioni devono essere inoltrate per iscritto.
Il socio in mora con il pagamento della quota viene radiato.
I soci che vengono meno ai loro doveri e che in qualunque modo danneggiano la società possono venire espulsi dal suo seno in qualunque assemblea, su proposta del comitato, a maggioranza di votanti.

Art. 5
La durata dell’esercizio corrisponde ad un anno.
Quale quietanza per la tassa pagata vale la ricevuta di pagamento.

IV. ORGANIZZAZIONE

Art. 6.
Gli organi del club sono:
a) l’assemblea generale
b) il comitato
c) la commissione di revisione

Assemblea generale

Art. 7
L’assemblea generale è convocata annualmente dal comitato o tutte le volte che quest’ultimo lo ritiene opportuno o che gliene faccia domanda almeno un quinto dei soci.
Ogni socio ha diritto di proporre un oggetto per l’ordine del giorno.
La convocazione con l’ordine del giorno è inviata a tutti i soci almeno una settimana prima dell’assemblea.

Art. 8
L’assemblea generale è l’organo superiore del Club; è la sola competente a decidere sugli affari seguenti:
a) approvazione del rapporto annuale, del resoconto e del rapporto dei revisori
b) nomina del presidente e degli altri membri del comitato
c) revisione degli statuti.
L’assemblea generale nomina un presidente del giorno e gli scrutatori, se il numero di presenti all’assemblea lo richiede.
Le votazioni hanno luogo mediante scrutinio pubblico, a meno che lo scrutinio segreto venga domandato e deciso.
Le decisioni sono prese a maggioranza assoluta dei voti; in caso di parità la decisione spetta al presidente dell’assemblea.
I soci inferiori ai 16 anni non hanno diritto di voto.

Comitato

Art. 9
Il comitato è l’organo esecutivo e rappresenta il Club di fronte a terzi. Si compone di almeno 3 membri tra cui:
a) da un/una presidente, che dirige le assemblee, firma in nome del Club unitamente e presenta il rapporto annuale
b) da un/una vice-presidente, che fa le veci del presidente in sua assenza
c) da una/un segretaria/o che tiene i verbali delle sedute del comitato e delle assemblee ed evade la corrispondenza
d) da una/un cassiera/e che esige le tasse, amministra la cassa sotto la sua responsabilità personale, tiene l’elenco dei soci e allestisce i rapporti di cassa che gli incombono
e) dai membri ai quali è affidata l’amministrazione del materiale, nonché quei compiti che non sono attribuiti agli altri membri del comitato.

Commissione di revisione

Art. 10
Si compone di due membri.
È incaricata del controllo della contabilità e del materiale e deve presentare un rapporto scritto all’assemblea generale.

Art. 11
È possibile definire eventuali ulteriori funzioni in seno al Club, ma non facenti parte del comitato (p.es. il/la responsabile monitori, coach GS, …). Tali funzionari verranno proposti all’assemblea da parte del comitato.

Art. 12
I funzionari del Club stanno in carica un anno e sono rieleggibili.

V. PATRIMONIO SOCIALE

Art. 13
Il Club deve essere a beneficio di una responsabilità civile.

VI. MODIFICA DEGLI STATUTI

Art. 14
Il comitato o i soci possono proporre modifiche totali o parziali degli statuti.

VII. SCIOGLIMENTO

Art. 15
Il Club può sciogliersi su decisione dei 2/3 dell’assemblea.
In caso di scioglimento, il comitato propone ai soci, in occasione dell’assemblea generale o di un’assemblea straordinaria, a quale/quali società delle Centovalli e Terre di Pedemonte con attività per i giovani, il patrimonio del Club andrà destinato.

VIII. APPROVAZIONE

 

Art. 16
Il presente statuto è stato approvato in occasione dell’assemblea generale del 25.10.2017.